Che classe!

Alternanza scuola-lavoro

CheClasse! è il progetto di Bergamo TV che vede protagonisti i ragazzi delle scuole superiori della provincia di Bergamo. Si tratta di una settimana di alternanza scuola-lavoro a stretto contatto con i professionisti di Bergamo Tv e L’Eco di Bergamo.

I ragazzi affronteranno il tema della comunicazione e dei linguaggi multimediali attraverso un’esperienza concreta: lavorare come una vera redazione. Giornalisti della tv e della carta stampata, tecnici e video makers delle nostre redazioni saranno impegnati nel guidare gli studenti in questa sfida. La grande novità sarà la possibilità di partecipare alla registrazione di una trasmissione tv e conoscerne il dietro le quinte. Una settimana al centro dell’informazione!

Come funziona Che classe!

CheClasse! è un progetto educativo nella forma del project work della durata di una settimana che intende coinvolgere attivamente i ragazzi e offrire loro un’opportunità per:

  • vivere un’esperienza concreta che sia anche un’occasione per interrogarsi sull’utilizzo dei media (sui media e con i media);
  • sperimentarsi nell’uso consapevole e responsabile della comunicazione e dei suoi mezzi;
  • alimentare l’assunzione di responsabilità rispetto al linguaggio usato e al contenuto che si intende veicolare.

La learning week

L’iniziativa coinvolgerà il gruppo di studenti per una sessione lavorativa di 40 ore settimanali: 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì presso la sede de L’Eco di Bergamo e Bergamo Tv, a Bergamo in  viale Papa Giovanni XXIII, 118.

Durante la settimana i ragazzi saranno impegnati in momenti formativi (immagine e fotografia, linguaggio social, riprese e montaggio) e spazi di lavoro autonomo, intervallati da periodici incontri redazionali di supervisione e monitoraggio dell’operato e dei contenuti prodotti. Verrà promossa la capacità di utilizzare anche tecnicamente i nuovi mezzi di comunicazione e avranno a disposizione tutti i supporti tecnologici necessari al compito.

Cosa fanno i ragazzi da noi?

Durante la settimana di lavoro i ragazzi saranno impegnati concretamente nella realizzazione di svariati contenuti d’informazione che troveranno visibilità sul sito www.checlasse.tv e su BergamoTv:

  • Video interviste
  • Spot e cortometraggi
  • Post social e gallery costruiti ad hoc
  • Servizi giornalistici

Avranno inoltre l’opportunità di assistere e di partecipare alla realizzazione di una trasmissione tv condotta da Giorgio Bardaglio, collaborando attivamente alla creazione di alcuni contenuti utilizzati durante la stessa.

Come partecipare?

Per le scuole che volessero partecipare a CheClasse! ecco gli step da seguire:

  • scaricare il modulo di pre-adesione e inviarlo, compilato e firmato all’indirizzo info@meeteco.it. Seguirà una mail di conferma e di contatto con la segreteria Meeteco;
  • scaricare il modulo di iscrizione e inviarlo, compilato e firmato all’indirizzo info@meeteco.it seguirà mail con dettagli informativi sullo svolgimento della settimana.

Scarica i moduli

Notizie Che Classe!

0 71

Parole a primavera

A scuola si va in tutte le stagioni ma fare scuola in primavera può aiutare. Chiedo agli allievi di scrivere ciascuno una parola che sia in loro suscitata all’udire il verbo “buttare”.  Un minuto di tempo a disposizione. All’inizio si sente solo il rumore dei cervelli in funzione poi l’aula risuona di scarto, fine, scaduto, […]

0 142

Anche a Bergamo gli «Hackathon» degli studenti

Gli hackathon sono un modello tutto da scoprire che porta una ventata di novità tra i Millennial italiani. Queste competizioni entrano nel Piano Nazionale Scuola Digitale come eventi nazionali in cui squadre di studenti delle scuole superiori, guidati da esperti, si cimentano nella soluzione di problemi nuovi, tutti centrati sulle sfide che la modernità lancia […]

0 141

Peccati medievali, patologie moderne

Le reazioni degli studenti liceali davanti ad una pagina della Commedia di Dante non finiranno mai di stupirmi. Sono proprio gli studenti, con le loro domande e le loro curiosità, a rappresentare quel «valore aggiunto» ad un’opera già straordinaria. Sono gli studenti a tenere viva l’avventura mai compiuta dell’interpretazione e della fruizione del testo che, […]

0 223

«Il cinese? Ho iniziato per caso, oggi lo insegno»

Nel lontano autunno del 1990, quando i miei alunni di oggi erano lungi dall’essere nati, mi trovavo a Grenoble all’Università Stendhal III a studiare lingua e letteratura francese e vedere film di Truffault e Renoir al corso di cinema.  La sera tornavo a Meylan, nei dintorni di Grenoble, dove vivevo in una stanza in affitto […]

0 253

Il preside e l’elogio del ripetente

Può un Dirigente scolastico considerare tra i  testi di pedagogia preferiti “Elogio del ripetente” di Eraldo Affinati?  «Non c’è più morale!» potrebbe affermare qualche benpensante. Il  ruolo istituzionale impone, al di là delle sue convinzioni personali, di perseguire le finalità proprie dell’istituzione scolastica, ovvero “promuovere” (nel senso più lato del termine, ovviamente). Eppure il libro […]

0 218

L’ex studente “scapestrato” sale in cattedra

Che non fossi uno studente modello è cosa nota. A dir la verità ero un ragazzo impegnato: giocavo seriamente a pallacanestro nel Celana, cantavo in una ska-band che teneva concerti in tutta la penisola, dipingevo muri (e non solo), avevo un’intensa vita sociale ed ero rappresentante degli studenti. Inevitabilmente la scuola passò in secondo piano […]