Un progetto de

In collaborazione con

Sponsor

Il progetto

Meeteco riunisce sotto un unico nome tutte le iniziative editoriali che il Gruppo Sesaab dedica ai giovani in età scolare, dalle materne alle superiori.

È un progetto educativo che intende coinvolgere bambini e ragazzi offrendo loro l’opportunità di vivere un’esperienza concreta, sperimentarsi nell’uso responsabile dei media, approfondire le competenze di base per la comprensione delle tecniche di comunicazione.

A ottobre 2017, nella sede de L’Eco di Bergamo, è stato inoltre inaugurato il Media Center Che Classe, uno spazio di apprendimento interattivo dove vengono ospitati gli studenti che partecipano alle attività educative di Meeteco e alle settimane di alternanza scuola lavoro in redazione. Le settimane di formazione consentono di mettersi concretamente alla prova in situazioni e simulazioni di tipo lavorativo, per verificare le proprie passioni e aspirazioni.

Per partecipare

In questa sezione trovi tutti i moduli per partecipare ai nostri progetti. In questo momento le iscrizioni sono chiuse ma tra poche settimane sarà possibile aderire alle iniziative per l’anno scolastico 2018/2019.

Se hai bisogno di informazioni o chiarimenti contattaci a  info@meeteco.it oppure 035 386297.

Cartolandia

Il concorso e i laboratori per le scuole

La nuova edizione di Cartolandia sarà più frizzante che mai! Tra cartelloni colorati, plastici giganti, collage e video, i nostri bambini potranno sbizzarrirsi per dare forma e colore al tema dell’anno.

Di cosa parleremo? Semplice… delle bellezze del nostro territorio. Luoghi, storie e persone che rendono Bergamo una terra straordinaria.

Con un tema così il divertimento è assicurato!

Fuori classe

Le visite e i lab a L’Eco di Bergamo

Come si svolge la giornata tipo di un giornalista? A che ora “si chiude” il giornale? Quante copie de L’Eco di Bergamo vengono stampate ogni giorno? Chi scrive le notizie del TG?

Queste sono solo alcune delle domande che troveranno risposta durante la visita alla redazione del quotidiano e agli studi di BergamoTV. E non pensate di limitarvi ad osservare… diventerete anche voi protagonisti davanti alle telecamere!

Che classe!

Alternanza scuola-lavoro nel media center

Non basta spiegare come funziona il mondo dell’informazione, bisogna viverlo!

Alternanza per noi significa dare ai ragazzi la possibilità di lavorare davvero  come la redazione di un programma televisivo. Raccogliere informazioni, preparare le domande, realizzare video interviste e cortometraggi, assistere alla registrazione della puntata… sono solo alcune delle attività in programma. Perché non c’è modo migliore per imparare che… mettersi all’opera!

NEWS

0 152

Parole a primavera

A scuola si va in tutte le stagioni ma fare scuola in primavera può aiutare. Chiedo agli allievi di scrivere ciascuno una parola che sia in loro suscitata all’udire il verbo “buttare”.  Un minuto di tempo a disposizione. All’inizio si sente solo il rumore dei cervelli in funzione poi l’aula risuona di scarto, fine, scaduto, […]

0 191

Lingua madre, tesoro da custodire

Nell’istituto comprensivo di Trescore, in occasione della giornata Unesco, i bambini si sono cimentati con storie, canzoni e saluti nei dialetti di tutto il mondo. La lingua madre è la lingua del cuore. Che sia il dialetto bergamasco o il bengalese, è la lingua delle prime parole, delle ninnenanne, della famiglia, delle emozioni e degli affetti, […]

0 257

Anche a Bergamo gli «Hackathon» degli studenti

Gli hackathon sono un modello tutto da scoprire che porta una ventata di novità tra i Millennial italiani. Queste competizioni entrano nel Piano Nazionale Scuola Digitale come eventi nazionali in cui squadre di studenti delle scuole superiori, guidati da esperti, si cimentano nella soluzione di problemi nuovi, tutti centrati sulle sfide che la modernità lancia […]

0 226

Peccati medievali, patologie moderne

Le reazioni degli studenti liceali davanti ad una pagina della Commedia di Dante non finiranno mai di stupirmi. Sono proprio gli studenti, con le loro domande e le loro curiosità, a rappresentare quel «valore aggiunto» ad un’opera già straordinaria. Sono gli studenti a tenere viva l’avventura mai compiuta dell’interpretazione e della fruizione del testo che, […]

0 259

Insegnare alle medie? Come nella giungla

Insegnare. Etimologicamente (e idealisticamente): lasciare il segno. Concretamente: portare a casa il pareggio. Anche col catenaccio, anche giocando sporco, con le marcature strette, facendo sentire i tacchetti alle caviglie, anche sparando la palla in tribuna. Se insegnare è una giungla, insegnare alle Medie (secondaria di primo grado, sorry) è sfibrante e logorante giungla vietnamita. Ci […]

0 240

Su il sipario, si entra in… classe!

Da quasi dieci anni la mia vita professionale è divisa in due: da una parte sono maestra alla scuola primaria, dall’altra faccio teatro nella Compagnia Stabile di Prosa Carlo Bonfanti, sempre a Treviglio. Due mondi apparentemente lontani, ma in realtà molto vicini. Forse a qualcuno sembrerà assurdo, ma per me entrare in classe vuol dire […]